VIVERE OLTREFRONTIERA

20 novembre 2016

Tibhirine

pellegrinaggio dai monaci di Tibhirine:
cerca su:

http://www.scalabrini.net/it/notizie/264-padre-renato-zilio-midelt-dialogo-e-testimonianza.html

1003884_523983010994652_1956870936_n-3

Posté par renatozilio à 17:56 - Commentaires [0] - Permalien [#]


18 novembre 2016

 

 

 

Una Chiesa umile, coraggiosa e fraterna. In terra musulmana

" Salamaleikum!" Questo saluto la ossessiona. Lo sente ripetere continuamente. Da chi entra, chi esce o chi ritorna al magazzino dove lei lavora da qualche mese, a Fès. Nathalie, Piccola sorella di Gesù, aggiunge però subito: "Ma questo è il saluto del Cristo risorto La pace sia con voi!

http://www.diocesipadova.it



Posté par renatozilio à 21:42 - Commentaires [0] - Permalien [#]

14 juin 2016

Euro 2016 à marseille

 

Euro 2016: hooligans a Marsiglia, padre Zilio (Scalabriniani), "l'odio non avrà l'ultima parola" | AgenSIR

"Il cuore di Marsiglia, il vieux port, è ritornato a battere. È ritornata la calma dopo 'une guerre sans armes', come è stata definita qui dai giornali. Pur rimanendo nella mente gli episodi di violenza, uno choc per una città che da qualche anno cerca in ogni modo di curare il suo aspetto turistico".

http://agensir.it

 

Posté par renatozilio à 15:01 - Commentaires [0] - Permalien [#]

solidarietà oltre l'incontro

 

Gli scalabriniani a Marsiglia: solidarietà oltre l'incontro di culture

"Questa, la storia di Marsiglia. La sua eternità. Un'utopia. L'unica utopia del mondo. Un luogo dove chiunque, di qualsiasi colore, poteva scendere da una barca o da un treno, con la valigia in mano, senza un soldo in tasca, e mescolarsi al flusso degli altri.

http://www.avvenire.it

 

Posté par renatozilio à 14:59 - Commentaires [0] - Permalien [#]

25 février 2016

marsiglia mare migranti zilio

Sabato 20 febbraio alle 18,00 è salpata dal porto di Marsiglia l’imbarcazione SOS Mediterranée. Prenderà il largo tra la Libia e l’Italia, in acque internazionali, nel tratto più pericoloso al mondo (2% di mortalità). È un progetto di cittadini europei, francesi e tedeschi, in partenariato con Medecins sans frontières che sarà operativo per quasi tre mesi.

Le tragedie continuano

In seguito al finanziamento raccolto di 4mila donatori in Europa, l’associazione ha affittato l’Aquarius, un’imbarcazione tedesca. Klaus Vogel, il capitano, è tedesco con un team internazionale di venticinque persone, di cui buona parte volontari pieni di passione e volontà. Preparati, inoltre, ad aiutare la gente in mare colpiti da choc psicologico e fisico. «Non è possibile assistere a continui naufragi in mare aperto, cioè nel nostro stesso Mediterraneo – afferma Sophie Rahal, portavoce dell’associazione – senza che nessuno o quasi intervenga!».

continua su 

Marsiglia, in mare per salvare i migranti

Sabato 20 febbraio è salpata dal porto francese l'imbarcazione SOS Mediterranée. A bordo, un team internazionale di volontari, stanchi di stare a guardare

http://www.scalabrini.net



Posté par renatozilio à 21:50 - Commentaires [0] - Permalien [#]


Agenzia SIR - ROMA

 


 

 

Notre_Dame_de_la_Garde

 

 

Marsiglia, terzo arrondissement. In un angolo di Maghreb il sogno giubilare dei capoverdiani | AgenSIR

"Le vieux port, il vecchio porto a Marsiglia, è un'icona della città. Anzi, il suo cuore pulsante. Dove turisti, gente del posto, ristorantini, bancarelle di sapone-di-marsiglia e di lavanda si godono un bel sole mediterraneo. Anche a fine gennaio". Padre Renato Zilio, scalabriniano, da una vita predica il vangelo nelle chiese e per le strade d'Europa, che racconta con estrema efficacia.

http://agensir.it


 

<<a/href="http://agensir.it/europa/2016/01/25/marsiglia-terzo-arrondissement-in-un-angolo-di-maghreb-il-sogno-giubilare-dei-capoverdiani/"> clicca qui

Posté par renatozilio à 21:24 - Commentaires [0] - Permalien [#]

03 septembre 2015

Terra di tornadi

 

 

 

tornado

 

Scrivo dal luogo del « tornado ». Dal mio paese di Dolo, in territorio veneziano. Poco più di un mese fa, un vortice di acqua e di vento di centinaia di metri di diametro e un pauroso muggito producevano qualcosa di impensabile. From heaven to hell, dicono gli inglesi, in questi casi. Questa zona tra Padova e Venezia che solitamente vi fa gustare un delizioso scenario di nobili e antiche ville venete, affacciate ai sinuosi meandri della Riviera del Brenta, cambiava d’incanto aspetto. Uno charme unico per i turisti diventava un paesaggio da guerra. Un ammasso di rovine. Cinquecento case scoperchiate, alberi mozzati, un’antica villa del XVII secolo completamente sbriciolata. Scomparsa. Paradossalmente,  la zona del sinistro si trasformava, poi, in una calamita per curiosi e turisti. Più di prima. 

clicca qui per seguire

Posté par renatozilio à 12:18 - Commentaires [0] - Permalien [#]

29 juillet 2015

il camposcuola di papa francesco

 

img-slideshow-1

« C’est pas trop dure ta vie de saisonnier ? » lanciata a bruciapelo, con un fare simpatico tra giovani, la domanda fa subito presa. Si stabilisce una complicità interessante. Permette di aprirsi, di parlare. Così, Quentin e altri due giovani, tutti e tre color cioccolata, in tee-shirt blu con una scritta gigante « accoglienza stagionali », interrogano un bel ragazzo biondo del posto. Per sapere se la sua vita non sia troppo dura… Vende gelati in spiaggia su un carrettino, sotto un sole torrido, implacabile. Lo pagano secondo il venduto. Se non vende, nulla ! Il contesto qui è alta classe, gente bionda, sabbia impeccabile, mille euro alla settimana per un monolocale. Siamo a Grau du Roi, ai bordi della Camargue. Unici punti neri in tutta la spiaggia i nostri tre giovani capoverdiani della JOC, Azione cattolica giovanile. 

 

È la prima settimana di camposcuola. La JOC lo propone ogni anno per i suoi giovani in tutte le spiagge più chic di Francia. Qui, si è accolti di giorno alla parrocchia di St. Pierre, la chiesa che sta proprio sul porto. È l’occasione di vivere una vita di famiglia con una bella équipe di giovani della JOC : una decina in tutto. Un giovane è scelto come responsabile delle finanze, un altro, a turno, per la cucina del giorno, un altro è responsabile del campo… I due adulti sono solo di contorno, « anche se una presenza importante ! » assicura Maryse. Questo, infatti, è lo stile: abituare i giovani alla responsabilità. A prendersi in mano. A decidere insieme. Come insieme decidono di accogliere questa settimana due giornalisti della TV, che desiderano filmarli tutta una giornata per un reportage. Una sfida che li eccita.

 

 



Posté par renatozilio à 18:32 - Commentaires [0] - Permalien [#]

22 juillet 2015

estate 2015

Agosto 2015: appuntamenti con p. Renato Zilio

 

P. Renato Zilio, scalabriniano con base a Marsiglia, nel 3 arrondissement, (un quartiere musulmano, considerato il più povero d'Europa) da anni impegnato nel lavoro con i migranti, porterà la sua testimonianza di vita e di fede in alcuni incontri in Italia.

 

Posté par renatozilio à 15:03 - Commentaires [0] - Permalien [#]

21 mai 2015

 

fatima alla marseillaise

 

gruppo madonna

 

La lunga processione saliva lentamente tra antiche case, vecchi muri, siepi di gelsomino e ondate di profumo. Sembrava volessero incensare la bella statua della Madonna di Fatima che passava… Era portata da una ragazza e tre donne capoverdiane, diventate mamme proprio quest’anno. Dietro di loro centinaia di volti neri, provenienti quasi esclusivamente dal Capo Verde. Altri volti però spuntano qua e là di francesi, indiani di Pondicherry, vecchi italiani, qualche maltese… Facce musulmane, invece, si affacciano dalle case, ammirate ; ricambiano volentieri il nostro bonjour. Qualcuna, però, fa già parte del corteo.

 

 

 

< clicca qui per continuare

Posté par renatozilio à 09:53 - Commentaires [0] - Permalien [#]