EricNewbyvivere ai confini


La signora Wanda. Lei desidera essere chiamata così. Semplicemente. Come semplice é lei stessa: sguardo azzurro, sereno, volto dolcemente segnato dall’etá, capigliatura innevata come la sua terra d’inverno, il Carso. Abita in una casetta tranquilla di un popolare sobborgo di Londra, sola. Ma la solitudine “è una tempesta silenziosa che spezza tutti i nostri rami morti”, sembra ricordare K. Gibran. Quattro passi più avanti, una placca ricorda l’infanzia di Charlie Chaplin. Un somiglianza tra voi due? le chiedo subito. La discrezione, forse, mi risponde e lo stesso amore per questo quartiere. Sa, quando veniva a trovare i suoi amici di infanzia lasciava lontano la sua Rolls Royce e arrivava a piedi... Poco traffico, casette basse tutte uguali, giardinetti verdi, deliziosi: ogni cosa respira la semplicità. Segreto dei grandi destini… “Non potremo comprenderci finché non ridurremo la lingua a sette parole” suggeriva il poeta libanese.

segue qui, cliccare