migranti da altre terre

 

madonna_del_parto2

 

La porta della chiesa degli italiani in Brixton Road è già aperta da tempo, quando le cinque del mattino si mettono pigramente a scoccare. Ormai a pochi giorni dal Natale vedi arrivare le prime ombre e non ti sembra vero... Affrettate o lente, infagottate dal freddo, talmente rigido da bloccare perfino l’Eurostar in mezzo alla Manica, sembrano le sagome dei pastori di Betlemme. Entrano nella nostra chiesetta devotamente come fosse un santuario: è per vivere quello che da secoli si celebra nella loro terra, la messa del parto. Un’antichissima tradizione dell’isola di Madeira.

Così, in modo popolare, negli ultimi nove giorni prima del Natale, si accompagnano alle prime luci dell’alba i nove mesi di gravidanza di Maria. Poi, tra canti dall’antica aria di berceuse o preghiere adattate all’occasione una Madonna sorridente vi accoglie, avvolta da una grandioso e rotondo manto azzurro, che nasconde la sua santa gravidanza. Una delicatezza d’obbligo. 

da Vangelo dei migranti, EMI Bologna 2010