mu_ecos_inmigracion

UN AUGURIO DIFFERENTE

 

All’inizio del nuovo anno ecco il mio augurio.
Non ti prometto la luna, ma solo ti auguro una salute sufficiente; il resto dipenderà da te. Da te dipende risplendere per noi come “una lampada... sopra il moggio,” sviluppando al massimo i tuoi doni, le capacità e i talenti che possiedi. Coltivali appassionatamente. E tutto ciò per far vivere una comunità, la famiglia in cui vivi, l’essere umano che ami. Non per restare un tesoro geloso o un “giardino segreto”. Da te dipenderà far crescere il “senso del noi”, dell’essere insieme con altri, pur nella differenza di età, di cultura o di punti di vista. Impara ad agire in un insieme in cui nessuno sia escluso, non seguendo l’istinto del clan, del gruppo chiuso, delle relazioni esclusive, dove l’alterità e il suo valore sono mortificati o perduti. Perderesti, allora, il sapore del Vangelo e un suo grande messaggio: l’ospitalità, l’apertura di mente e di cuore.

Dipendera' da te non dimenticare che chi è superiore o responsabile sarà sempre il più umile, il più umano, il più concertante di tutti. Un leader sarà sempre il più appassionato dei valori che ognuno porta. E sarà superiore non perché sta al di sopra o domina gli altri, ma perché di qualità superiore: sarà un fratello più grande.


segue qui "