25 août 2012

celebrare in emigrazione

celebrare in emigrazione   “Grazie, padre, che bella Messa!” fa lei, radiosa. Ma il missionario, con un mezzo sorriso  fa solo un cenno rassicurante. No, non era una Messa. Semplicemente, una celebrazione, preparata per filo e per segno, vissuta con calma, con gusto e bellezza. Sì, celebrazione intensa e familiare per i 25 anni di matrimonio di Giuseppe e Angela, emigrati a Londra da tantissimi anni. Volevano dire grazie a Dio e alle loro... gambe. Per aver camminato insieme tanto a lungo, nonostante le difficoltà e... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 10:31 - Commentaires [0] - Permalien [#]

17 août 2012

da londra multireligiosa

una scodella di harira   Con la abituale, irriverente maniera di guardare, una volta, le altre fedi religiose, mi si diceva da piccolo: “Guarda bene, digiunano di giorno e mangiano di notte!”Naturalmente, si parla di ramadan. Svalutare, deprezzare l’altro era la regola. Oggi un approccio più sano richiama, invece, a scoprire l’originalità, il senso, i valori che una tradizione religiosa porta o veicola in sè. Mai avrei immaginato, in seguito con il passare degli anni, di avere l’occasione in un paese islamico di essere... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 13:17 - Commentaires [0] - Permalien [#]
10 août 2012

spirito di un'olimpiade

    «Londra. Non è servito andare al villaggio olimpico per godersi l’atmosfera. Le olimpiadi sono entrate in casa nostra. Abbiamo ospitato la famiglia al completo di Giorgia, campionessa mondiale italiana di ciclismo. Venuta da Piacenza, in una Londra diventata ormai il centro del mondo. Così, con loro, emozioni grandi, mondiali, si condividevano insieme con gli spaghetti. Nelle loro parole suonava spesso quella famosa massima di Ignazio di Loyola: “Agire come se tutto dipendesse da te e pregare come se tutto dipendesse... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 14:43 - Commentaires [0] - Permalien [#]
10 août 2012

sfide d'oggi

  la parrocchia e le sfide   Londra. Il primo ad uscire dalla chiesa quando la messa sta per finire, (neanche ve lo immaginate!) è proprio il prete. O il pastore anglicano.  Qui, da noi, c’è sempre questa usanza. Il popolo sta ancora cantando il canto finale e lui, con passo svelto, raggiunge la porta d’entrata. Lo incrociate, poi, sorridente, uscendo, scambiando un augurio, una parola o un appuntamento. In Francia, veramente, trovavo la stessa cosa, lo stesso stile... anzi a volte il celebrante usciva... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 14:24 - Commentaires [0] - Permalien [#]