Natale a Bedford

 

L’Italia va ben al di là dell’Italia. Non lo si pensa mai, ma al di là delle Alpi un popolo di emigranti ha sempre lo sguardo fisso sulla madrepatria. Come la comunità di italiani a Bedford, in Gran Bretagna. È come un grande paese di quattordicimila abitanti, incastonato, quasi una perla tricolore, in una cittadina inglese sui centomila. Proprio l’altro giorno, un’autorità inglese riconosceva: “Gli italiani hanno marcato socialmente e psicologicamente la nostra città”. Lo ripete con fierezza padre Mario Dalla Costa, il parroco degli italiani, già qui negli anni ’70, che li accompagna dal battesimo al cimitero, un invidiabile, riposante prato verdissimo. Insieme a pakistani, indiani, polacchi o altre ondate di emigrazione i nostri italiani sono ormai una parte viva della cittadinanza. Sono cittadini, considerati parte interamente di un insieme. “Non cittadini interamente a parte, come spesso è chi emigra in Italia” aggiunge qualcuno di loro, maliziosamente.