vivere un sogno lontano

 

 

3 bambine & g

 

Per un italiano emigrato all’estero il mondo a qualsiasi età è sempre piccolo, l’incontro di mondi differenti prezioso. La storia di Giuseppe.

“Ma è una follia!” gli aveva detto qualcuno... “A 86 anni mettersi in viaggio, restare per aria una ventina d’ore fino ad arrivare alle Filippine non è impresa da poco!” Ma questo era un sogno. Per lui, Giuseppe Ciampa di Montefalcione, emigrato nel ‘54 a Bedford a due passi da Londra, l’idea aveva quasi la sacralità di un voto. Concetta, la moglie - ormai nelle mani del Signore - aveva adottato anni fa, come una mamma, un giovane missionario filippino, Hily. Questi le aveva costruito un monumento nella sua terra. Lui voleva vederlo. Prima di chiudere gli occhi per sempre, voleva contemplare il suo nome scritto in oro proprio in terra filippina...

clicca qui, continua