marsiglia mare migranti zilio

Sabato 20 febbraio alle 18,00 è salpata dal porto di Marsiglia l’imbarcazione SOS Mediterranée. Prenderà il largo tra la Libia e l’Italia, in acque internazionali, nel tratto più pericoloso al mondo (2% di mortalità). È un progetto di cittadini europei, francesi e tedeschi, in partenariato con Medecins sans frontières che sarà operativo per quasi tre mesi.

Le tragedie continuano

In seguito al finanziamento raccolto di 4mila donatori in Europa, l’associazione ha affittato l’Aquarius, un’imbarcazione tedesca. Klaus Vogel, il capitano, è tedesco con un team internazionale di venticinque persone, di cui buona parte volontari pieni di passione e volontà. Preparati, inoltre, ad aiutare la gente in mare colpiti da choc psicologico e fisico. «Non è possibile assistere a continui naufragi in mare aperto, cioè nel nostro stesso Mediterraneo – afferma Sophie Rahal, portavoce dell’associazione – senza che nessuno o quasi intervenga!».

continua su 

Marsiglia, in mare per salvare i migranti

Sabato 20 febbraio è salpata dal porto francese l'imbarcazione SOS Mediterranée. A bordo, un team internazionale di volontari, stanchi di stare a guardare

http://www.scalabrini.net