02 avril 2012

la via vrucis di una scuola inglese

      Westminster, una Via Crucis originale     Una musica eterea, quasi da film, tragica e sorprendente, invade le navate della cattedrale di Westminster e come una brezza ti passa sul volto. A piedi scalzi, con i vestiti, i turbanti e le toghe di Palestina, eccoli uscire dalla folla seduta, avanzare a passo lento, uguale e cadenzato come seguissero un funerale. Sono una ventina di piccoli attori di 10-13 anni. La scuola cattolica St. Vincent de Paul, infatti, presenta oggi la Via Crucis, mentre... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 21:06 - Commentaires [0] - Permalien [#]

06 mars 2012

domenica della trasfigurazione

una speranza che ci fa sognare     Domenica della Trasfigurazione del Signore. Alla messa della nostra comunità di italiani emigrati, al Padre nostro, salgono attorno all’altare dei ragazzi...  Alcuni sono italiani, altri, dal bel colore olivastro, eritrei. Sono dodici, portano sul palmo un lumino appena acceso al cero pasquale; il silenzio e lo sguardo della gente  li accompagnano fin sopra i gradini. Consegnato, infatti, all’entrata, era rimasto a lungo un punto interrogativo. Ma poi dopo l’omelia capiscono... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 23:27 - Commentaires [0] - Permalien [#]
28 février 2012

intervista all'autore

“Dio attende alla frontiera”di R. Zilio   Intervista all’autore di “Dio attende alla frontiera” con Silvia Manzi Riflessioni, come pagine di diario, suggerite dagli incontri quotidiani  “di frontiera” in cui, a Londra come in Marocco o a Parigi, l’autore ritrova le tracce del volto di Dio. Esperienza viva, attualissima, trasformante, anche per il lettore. Per andare alla frontiera di se stessi, della propria fede, del proprio mondo.  D - Lei scrive che “la frontiera è un luogo teologico”. Ci spiega questa... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 16:58 - Commentaires [0] - Permalien [#]
27 janvier 2012

giornata dei migranti

la parabola dell’accoglienza       Ho vissuto la giornata mondiale dei migranti in un’accogliente parrocchia veneta provenendo da una metropoli, ora prima linea di combattimento dell’emigrazione dei nostri giovani italiani     Partito dalla multiculturale e stressante Londra, dove vivo in una parrocchia italiana animata anche da una comunità  di portoghesi e di filippini, ho atterrato qualche giorno fa nel bel territorio trevigiano. Mi sono trovato in una chiesa parrocchiale dal campanile slanciato... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 10:44 - Commentaires [0] - Permalien [#]
06 janvier 2012

auguri di migranti

happy new year!     L’inizio d’anno è tempo di auguri anche a Londra. Mi scrive Boris, un giovane di Pontida, adottato felicemente da otto anni dal mondo multiculturale londinese: “Spero che i politici italiani si uniscano, invece di creare divisione.” Splendido augurio, cosciente forse di quello che si vive nella sua terra. Altro augurio diretto agli italiani in patria è quello di Giordano, un brillante giovane veronese, capitato a Londra quasi per caso, come centinaia di altri nostri giovani e imbarcato in uno... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 13:28 - Commentaires [0] - Permalien [#]
02 janvier 2012

tempo di augurio

  un augurio vero   Tanti auguri o stupende cartoline in questi giorni, arrivate dall’Italia e dalla Francia, mi hanno rallegrato e inquietato, allo stesso tempo. L’augurio è sempre qualcosa di bello e di grande che accompagna un avvenimento, lo rende esplicito, lo fa particolare, accompagnando il nostro stesso modo di viverlo. Dall’Italia arrivavano auguri dipinti con la tavolozza della nostra sensibilità estetica: frasi dal registro poetico ampio, arioso, astratto, un po’ retorico. Dalla Francia, invece, un augurio... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 19:30 - Commentaires [0] - Permalien [#]

21 décembre 2011

ultima domenica d'avvento

  attendendo natale   È una mattina di domenica dall’aria fredda e pulita. Sbuco fuori a Notting Hill Gate, una bocca del metro londinese, e a pochi passi si sfiorano i mercatini di Portobello. Si coglie nell’aria qualche frase in italiano... i nostri sono sempre tra i primi frequentatori di questo posto, quasi per una strana devozione a una metropoli capitale dello shopping. Alla grande chiesa gotica di St Mary in the Angels mi accoglie una folta comunità cattolica, gente dei cinque continenti, nera e bianca, con... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 17:48 - Commentaires [0] - Permalien [#]
05 décembre 2011

attualita' del muro di berlino

change your life   A due passi dalla nostra parrocchia italiana a Londra in Brixton Road, si innalza in tutta la sua maestosità su un prato verdissimo il museo della guerra: Imperial War Museum. Lo si chiama qui familiarmente con la sola sigla: IWM. Ha l’aspetto di una cattedrale dall’esterno, quasi fosse un tempio per il dio Marte. All’interno, vi attende un viaggio appassionante tra la prima e la seconda guerra mondiale, le guerre inglesi nel mondo e la Shoah. Racconti e scenografia di eccezione. All’esterno, invece,... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 23:09 - Commentaires [0] - Permalien [#]
03 décembre 2011

una parrocchia italiana a londra

Un anniversario di tutti i colori Domenica 27 novembre: i missionari scalabriniani di Londra hanno celebrato il loro 124.mo anniversario di nascita. Lo hanno fatto in maniera originale com’era da aspettarselo, viva e multicolore. Fu, infatti, più di un secolo fa che Mons. Scalabrini inviava i primi suoi due missionari nelle Americhe, per assistere spiritualmente un’enorme massa di italiani emigranti. Per questi la vita veramente diventava un’avventura, a volte una tragedia: il loro destino era la terra e la lingua degli altri. La... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 13:20 - Commentaires [0] - Permalien [#]
11 octobre 2011

a londra, in emigrazione

giovani che emigrano   “Tristissimo!” mi fa, con un’aria ancora più triste. Daniela è arrivata a Londra da qualche giorno e mi descrive così il panorama italiano. Non quello fisico-geografico che resta pur sempre splendido. Ma quello degli animi, delle mentalità, delle situazioni sociali. E dalle sue parole avverti  un certo nascosto senso di tragedia.  Antonella di Andria ritorna per la seconda volta a Londra, dopo avervi fatto un master tempo fa, è qui per ritentare la fortuna: in Italia non ha attecchito. Il... [Lire la suite]
Posté par renatozilio à 11:08 - Commentaires [0] - Permalien [#]